L’Umanità con l’inizio del nuovo anno si è trovata a combattere una pandemia sulla quale non era preparata e che purtroppo ha mietuto migliaia di vittime in ogni nazione visto che, la maggioranza degli uomini non aveva difese immunitarie contro questo nuovo virus, SARS-CoV-2.

Anche l’Italia a fine febbraio è stata travolta da questa emergenza sanitaria e tutto il SSN si è trovato a doversi rapidamente ristrutturare per fare fronte alla “Sindrome respiratoria acuta grave coro­navirus 2” che in pochi giorni ha riempito le terapie intensive, gli Ospedali e purtroppo gli obitori di tutta Italia.

Per i pazienti con patologia respiratoria cronica pregressa, questo virus che ha come bersaglio principale i polmoni, ha inevitabilmente comportato importanti preoccupazioni ed ansia e ne ha inevitabilmente drasticamente modificato abitudini e stile di vita ancor prima che le Autorità Sanitarie abbiano imposto misure di distanziamen­to sociale per evitare il diffondersi del contagio.

Questi pazienti hanno da subito avuto pressante necessità di avere delle indicazioni chiare oltre che per conoscere meglio i sintomi del virus, alcuni compatibili con quelli tipici della propria malattia, ma anche e soprattutto per orientarsi meglio sull’indispensabilità o meno di recarsi in Ospeda­le per visite o somministrazioni di terapie visto il comprensibile timore di rischiare il contagio. Essendo tutti i sanitari direttamente impegnati nella lotta contro la pandemia e quindi meno accessibili per i pazienti, tutte le associazioni di pazienti sono state da questi identificate immediatamente come punti di riferimento privilegiato per ottenere le urgenti le risposte di cui abbisognavano.

La nostra Associazione si è quindi prontamente attivata redigendo un vademecum, elaborato in collaborazione con il proprio Comitato Scientifico, che potesse fornire un valido aiuto per i pazienti asmatici e allergici particolarmente sensibili al timore di contagio e per offrire un valido sostegno per affrontare con maggior serenità la corretta gestione della propria malattia anche in piena emergenza da COVID-19.

Si è quindi proseguito da fine marzo fino a giugno 2020, attraverso il progetto “DOMANDE ALL’ESPERTO al tempo del Covid-19” a fornire, grazie alla consolidata esperienza specialistica dei componenti del Comitato Scientifico dell’Associazione un servizio di corrette informazioni ed utili supporti a distanza attraverso delle dirette Facebook settimanali rivolte alla popolazione interessata, ai familiari e cargiver ed ai pazienti affetti da patologia respiratoria ed allergica su tutto il territorio italiano.

Per garantire una piena risposta ai bisogni avanzati da soci e pazienti, l’Associazione ha inoltre potenziato le attività già attive:

  • “Spazio di ascolto psicologico”, appuntamento con la psicologa;
  • “Sportello Problem solving”, appuntamento con l’assistente sociale;
  • “Sportello Legale”, appuntamento con l’avvocato;
  • “Chiedilo all’esperto”, appuntamento con i membri del Comitato Scientifico;
  • “Spazio informativo” appuntamento con i referenti regionali dell’associazione.

Sono stati invece attivati da nuovo i seguenti servizi:

  • Consegna mascherine e guanti ai reparti ospedalieri di Broncopneumologia con cui l’associazione collabora che ce ne hanno fatto richiesta essendo in difficoltà;
  • Consegna mascherine e guanti ai soci in ossigenoterapia o Assistenza Infermieristica e riabilitativa domiciliare che ce ne hanno fatto richiesta per proteggersi dal rischio di infezione.

Essendo fondamentale essere preparati a veicolare le corrette informazioni ai pazienti, tutti i referenti regionali volontari dell’Associazione (che quindi hanno l’incarico di rispondere ai pazienti del loro territorio) sono stati coinvolti in un processo di formazione attraverso numerosi Webinar sul Covid 19 proposti dalle Società Scientifiche, dalle organizzazioni internazionali a cui aderisce l’associazione (ELF, ERS, GAAPP) e dal Comitato Scientifico dell’associazione.

Avendo da pochissimo lanciato presso il Ministero della Salute la Campagna Nazionale “HO L’ASMA E FACCIO SPORT” ed essendo tutta Italia costretta al proprio domicilio dalle disposizioni Ministeriali di isolamento sociale per contrastare il virus, abbiamo riorganizzazione il sito con l’inserimento di una pagina dedicata all’emergenza Covid-19. Sono state infatti create:

  • Sezioni di attività motoria dedicata ai ragazzi con l’inserimento di video per l’allenamento a casa per mantenere una buona funzionalità respiratoria e una buona salute malgrado l’isolamento e Video lezioni di Yoga 1 volta a settimana con l’insegnante Yoga Emilia Ciminelli (Prima Lezione Venerdi 10.04.2020). Lo Yoga è una disciplina molto appropriata nei pazienti con asma e patologie respiratorie perché coinvolge i muscoli che principalmente sostengono la respirazione (Diaframma, Intercostali interni ed esterni, Toracici ed Addominali).
  • Sezioni attività motoria dedicata agli adulti con inserimento di video per l’allenamento a casa per mantenere una buona funzionalità respiratoria e una buona salute malgrado l’isolamento

Sono stati inoltre promossi momenti di condivisione e scambio di esperienze virtuali con i soci come l “Aperitivid-19” del venerdì partito il 20.03.2020 fino a conclusione dell’emergenza in cui i soci, collegati tutti virtualmente attraverso la piattaforma zoom hanno potuto “riconnettersi” e ritrovarsi uniti anche se distanti fisicamente per scambiarsi sane e calde relazioni ed esperienze di vita in questo particolare e difficile momento tutta l’Italia sta attraversando. Sarà presente anche una nostra giovane specializzanda in pneumologia che potrà fornire, se necessarie, rassicurazioni e/o informazioni sul virus in relazione ad una diagnosi di patologia respiratoria.

Per cercare di sostenere anche i genitori di piccoli pazienti con patologia cronica, abbiamo inoltre proposto alcune attività ludico-educative dedicate ai ragazzi come i laboratori di creatività e letture di Fiabe Animate per intrattenere i più piccoli ed agevolare una serena e costruttiva permanenza a casa dei bambini consentendo di riscoprire le sane relazioni con i genitori condivise attraverso i canali social dell’Associazione.

Durante l’emergenza Covid-19 l’Associazione è stata anche impegnata nel sostenere la ricerca attraverso il coinvolgimento dei soci-pazienti in alcuni studi come lo studio realizzato dalla Società Italiana di Medicina dell’Adolescenza (Sima) in collaborazione con il Child in Mind Lab dell’Università Vita-Salute San Raffaele che aveva l’obiettivo di comprendere l’impatto delle restrizioni alla mobilità e del distanziamento sociale dovute a Covid 19 sui comportamenti, pensieri ed emozioni dei ragazzi tra gli 11 e i 18 anni.  Lo studio promosso dall’ Università di Pisa intitolato “Impatto del distanziamento sociale da COVID-19 sul benessere psicologico e sugli aspetti comportamentali della popolazione adulta Italiana” che vuole valutare l’impatto del COVID-19 (Malattia da Coronavirus SARS-CoV-2) sulla qualità di vita e sul benessere psico-sociale. Lo Studio della Prof.ssa Susanna Esposito, Ordinario di Pediatria all’Università di Parma e Direttore della Clinica Pediatrica all’Ospedale Pietro Barilla dell’Azienda Ospedaliera-Universitaria di Parma sta facendo una ricerca sull’impatto di covid sullo stato psicologico degli adolescenti e lo Studio sulla qualità del sonno al tempo del Coronavirus realizzato dai ricercatori dell’Humanitas Ospedali di Milano.